Il Buffet

Quando, come apparecchiare, cosa servire in un pranzo a buffet. Vediamo insieme come fare bella figura con gli invitati in un’occasione che è diventata fulcro del mangiare “in piedi”. In casa, come al ristorante e negli alberghi più “in”, il buffet costituisce una raffinata ed esclusiva alternativa alla tradizionale tavolata…

food-buffet-1134498

Il buffet è senza dubbio il tipo di invito più impegnativo, se lo si vuole preparare correttamente, sebbene il suo significato di “cena in piedi” possa far pensare a qualcosa di molto veloce e pratico. A seconda delle abitudini locali e delle tradizioni il buffet, per quando riguarda l’orario , si svolge tra le 20,30 e le 22,30. Quando decidiamo di dare questo tipo di ricevimento, innanzitutto teniamo sempre conto di provvedere a tanti posti a sedere quanti sono gli invitati. E’ la prima regola per evitare di realizzare delle cene alla “Fantozzi”, in cui i nostri ospiti non sapendo dove sedersi o dove appoggiare il piatto rischiano di rovesciarsi i cibi addosso, di far volare forchetta e coltello o, peggio ancora, di andare a casa con lo stomaco vuoto per non aver potuto gustare in pace le specialità che si sono prepararte per l’occasione. Dunque, i posti a sedere possono essere a tavolini supplementari – se lo si vuole parzialmente apparecchiati con una semplice tovaglietta bianca, un bel centrotavola di fiori e per ogni commensale posate, bicchieri, tovagliolo, – o semplicemente su divani con tavolini accanto in modo tale che tutti possano appoggiare piatto e bicchiere. Gli invitati potranno prendere il piatto, sedersi ai tavolini come vogliono e con chi desiderano. Sarà molto comodo preparare due grandi tavoli su cui disporre il buffet. Sul primo metterete tutti i cibi , il pane, i piatti, i tovagliolini di carta e le posate (qualora non abbiate preparato, come detto, i tavolini di appoggio); sul secondo invece i bicchieri e le bevande. Per un ricevimento di una certa importanza sarà di ottimo gusto usare delle belle tovaglie con pizzi e ricami con caduta a terra. Sul tavolo da buffet destinato ai cibi, fin dall’inizio del pranzo saranno disposte tutte le portate previste dal menù. Poichè ai piatti freddi è bene affiancare anche qualcosa di caldo, sarà meglio optare per quei piatti caldi che, anche se consumati tiepidi , non subiscono alterazioni di sapore o danni nella qualità.

Cosa servire? 

Si può scegliere di fare un vero e proprio pranzo che vada dall’aperitivo al dolce (in questo caso sarà bene preparare più di un primo a almeno due secondi, generalmente a base di carne e di pesce per accontentare tutti i gusti, più contorni di verdure crude e cotte e vari dessert) o più semplicemente di preparare delle specialità salate e alla fine dei dolci.  In entrambi i casi , nella composizione del menù, andrà sempre considerata di scegliere dei cibi di piccolo formato e soprattutto morbidi, che si possano tagliare anche con la sola forchetta per agevolare il pranzo in piedi. Al momento del dessert il tavolo da buffet va rigorosamente riapparecchiato. Andranno tolti tutti i piatti da portata e verranno messi i dolci previsti, i piattini da dessert, le coppette per macedonia, per budino o gelati o creme dolci fredde. La padrona di casa e, per chi dispone un personale di servizio, avrà il compito di supervisionare lo svolgimento del pranzo togliendo di volta in volta i piatti, i bicchieri e le posate usati e abbandonate in giro, sui tavolini e sui mobili della casa (spesso succede quando ci sono degli ospiti indisciplinati) e a sostituirli con quelli puliti. Il cambio dei bicchieri è obbligatorio solo quando si cambia vino (ad esempio dai vini bianchi e rossi da pasto allo spumante da dessert); quello delle posate riguarda esclusivamente il dessert. Cosa consiglio di servire se decidete di preparare un buffet a base di portate salate? Tra le torte salate vi suggerisco la famosa specialità genovese, la “Torta Pasqualina”; vol au vents di sfoglia salata da riempire con vari ingredienti caldi o freddi; canapè o tartine che potrete realizzare con fettine di pan carré, in forma rettangolare, quadrata o rotonda, generalmente prima tostate e fritte nel burro su cui si dispongono varie farciture; crostoni a base di pane casareccio su cui potete spalmare vari impasti tritati e paté; timballi di pasta o di verdura; uova ripiene; frittate alle verdure; tortellette a forma di barchetta, realizzate con pasta sfoglia, pasta frolla o pasta brisée. Nella preparazione di un buffet potrete veramente dare libero sfogo alla vostra fantasia con ricette che esalteranno la vostra creatività e la vostra abilità nella cura e la preparazione dei piatti. Buon buffet!

Copyright © 2015-2021 CUCINATUTTIGUSTI.COM