Top 5 piatti migliori per assaporare la cucina etnica

Siamo d’accordo che un bel piatto di pasta fatto a casa tolga diverse soddisfazioni, ma se vi venisse voglia di variare il menù giornaliero e fare esperienze culinarie per il mondo, questa guida vi parlerà della top 5 piatti migliori per assaporare la cucina etnica.

La nostra tradizione è legata al nostro sangue di origine, ma talvolta cambiare dieta va bene, quindi lasciamoci inondare dal profumo delle spezie e da ogni altro nuovo ingrediente che proviene da un altro paese!

Sebbene una piccola scelta in fatto di cucina etnica venga ormai offerta anche dalle grandi catene di distribuzione (specialmente messicana e giapponese), se cercate qualcosa di più raffinato è bene andare alla ricerca degli alimentari giusti.

GIAPPONE: Il Sashimi 

Con il termine “sashimi” si intende il pesce crudo tagliato molto sottile, servito senza alcun tipo di condimento. Tra le varietà di pesce utilizzato per prepararlo troviamo il salmone, il tonno, il merluzzo, il pesce burro ecc. L’assenza di condimento e il tipo di cottura fanno sì che il pesce mantenga inalterate le sue caratteristiche, tra cui l’elevato contenuto di omega 3, rendendolo un piatto molto salutare. Molto importante è  assicurarsi che il pesce sia di buona qualità e fresco così da non causare intossicazioni alimentari (come l’Anisakis), e che venga abbattuto al momento della pesca. Le alghe che compongono il piatto, sono, inoltre, un’ottima fonte di omega 3, antiossidanti e vitamine.

INDIA: Le Spezie

La cucina indiana è caratterizzata da piatti a base di riso basmati, pollo e spezie. Sono proprio queste ultime a renderla molto particolare e salutare. Tra le spezie più usate troviamo: la curcuma, lo zenzero, il cardamomo e il curry (una miscela di spezie di colore giallo, dovuto alla presenza di curcuma e/o zafferano). I sapori forti delle spezie permettono il non utilizzo del sale, con grandi benefici per l’intero organismo. Inoltre, le spezie sono un’ottima fonte di antiossidanti.

MAROCCO: Il Cous cous e la Tajine

Tra i piatti principali e salutari del Marocco troviamo il cous cous e la tajine. Il cous cous è caratterizzato da granelli di semola cotti a vapore con l’aggiunta di carne o pesce, verdure e spezie. E’ un piatto completo, caratterizzato da carboidrati, proteine, grassi, sali minerali e vitamine.

La tajine è, invece, uno stufato di pesce o pollo o agnello, generalmente cotto con mandorle e prugne, ma può essere anche cucinato con altri ingredienti o spezie. La cottura lenta e duratura, e l’utilizzo delle spezie rendono il piatto molto salutare. Anche la cucina marocchina fa grande uso di spezie, fondamentali per il benessere dell’organismo: tra queste c’è la curcuma, il peperoncino, lo zafferano, il cumino e il coriandolo.

CINA: I Jiaozi e lo Yu sheng

La cucina cinese è una cucina molto salutare, caratterizzata dall’utilizzo di verdure, della soia, del pollo, del riso e della cottura a vapore. Tra le varie pietanze troviamo i jiaozi e lo yu sheng. I jiaozi sono ravioli fatti a mano, ripieni di carne di maiale tritata, o gamberi o verdure miste. Possono essere cotti a vapore, bolliti o fritti. La cottura a vapore è quella da preferire perché mantiene meglio le proprietà degli ingredienti.

Lo yu sheng è, invece, un piatto a base di pesce crudo (in genere salmone), accompagnato da un mix di verdure (in genere carote, peperoni, rape), spezie (in particolare lo zenzero), salse e condimenti. L’utilizzo di ingredienti crudi e spezie rende il piatto molto salutare e benefico per l’intero organismo.

VIETNAM: Il Phở

Tra i cibi etnici più salutari non posso non menzionare il phở vietnamita. Si tratta di una zuppa a base di brodo di carne (cotto per molte ore con cipolle, zenzero e altre spezie), carne, verdure, spaghetti di riso, tofu, spezie e aromi (in particolare lime, peperoncino, erba cipollina e coriandolo). La carne può essere di manzo (phở bo) o di pollo (phở ga). La caratteristica di questa zuppa è che gli ingredienti vengono serviti crudi, e sarà il commensale ad aggiungere nel brodo bollente quelli che più preferisce. Gli ingredienti verranno, così, consumati “scottati”, mantenendo la maggior parte delle loro proprietà nutrizionali. 

Pubblicato da Francesco Marotta

Diplomato nei Servizi per l' Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera, Pizzaiolo per passione, amante della bella cucina e dei piatti semplici. Desidero condividere proponendo a chi sta dall'altra parte dei fornelli, raccolte di portate della nostra cucina Italiana in modo umile, ma lasciando il segno.

Commenta

Copyright © 2015-2021 CUCINATUTTIGUSTI.COM