Pesto di fave: la ricetta

Da gustare sul pane durante un aperitivo, oppure da utilizzare come condimento di primi piatti a base di paste e riso, o come accompagnamento a secondi di carne, il pesto di fave è una salsa fredda semplice e veloce, tipica della regione Liguria, ed in particolare della zona più ad ovest.

La ricetta è caratteristica del periodo primaverile, in quanto il prodotto necessario per la preparazione di questa salsa, le fave, è reperibile fresco soltanto durante questa stagione.

Il suo sapore lieve ma saporito, grazie alla presenza del pecorino, lo rende non solo adatto ai palati di grandi e piccini, ma anche abbinabile ad una vasta gamma di piatti: a partire dai primi, nello specifico paste e risotti, ma anche come accompagnamento a preparazioni a base di carne.

Tuttavia, per tutti i golosi che non vogliono rinunciare al sapore del pesto di fave anche durante l’inverno, una buona alternativa è quella di acquistarle surgelate.

 

 

 


Ingredienti

 

■  fave fresche 150 g

■  olio extravergine di oliva 70 ml

■  pecorino 75 g

■  4 foglie di menta

■  1 spicchio di aglio


Come si prepara

 

Per preparare il pesto di fave, prima di tutto sarà necessario occuparci del prodotto principale. Cominciamo quindi a sgranare le fave, privandole della parte più dura, la buccia esterna all’interno della quale sono contenute.

“Se decidessimo invece di acquistare un prodotto surgelato, come spesso succede durante l’inverno, le fave sarebbero già sgranate e private della loro buccia, necessitando quindi soltanto di una breve sbollentata in acqua e sale”.

Procediamo ora aggiungendo le fave, fresche o surgelate che siano, all’interno del nostro mixer, assieme ad uno spicchio d’aglio intero ma sbucciato, le foglie di menta ed il pecorino grattuggiato.
Come ultimo ingrediente aggiungiamo l’olio a filo ed azioniamo il mixer a media velocità.

Durante questo step, probabilmente il più delicato di tutta la preparazione, assicuriamoci di frullare il composto ad intervalli regolari, evitando in questo modo di surriscaldare eccessivamente le lame ed assicurandoci di ottenere un composto liscio, omogeneo e privo di grumi.

 

Consiglio

Se vogliamo utilizzare il pesto di fave immediatamente, possiamo trasferirlo in una comoda ciotolina con cucchiaini, per permettere ai nostri ospiti di servirsi in modo autonomo. Altrimenti, possiamo conservarlo in frigo per un massimo di 2-3 giorni, coperto di un generoso strato di olio.
Per tutte quelle mamme che vanno di fretta, ma vogliono avere un gustoso sughetto pronto per la cena dei loro bambini, il pesto di fave si può anche congelare in comodi e pratici vasetti monoporzione pronti all’uso.

Vi starete chiedendo, quale è il segreto per un pesto di fave veramente perfetto? Semplice, assicuriamoci di raffreddare le lame del nostro mixer a dovere, per evitare che la salsa si ossidi a causa del calore eccessivo. Ecco perché è bene riporle in frigorifero almeno una o due ore prima dell’inizio della preparazione, per consentirne il completo raffreddamento.

Pubblicato da Francesco Marotta

Diplomato nei Servizi per l' Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera, Pizzaiolo per passione, amante della bella cucina e dei piatti semplici. Desidero condividere proponendo a chi sta dall'altra parte dei fornelli, raccolte di portate della nostra cucina Italiana in modo umile, ma lasciando il segno.

Commenta

Copyright © 2015-2021 CUCINATUTTIGUSTI.COM