Achillea

La tisana di fiori secchi di achillea è raccomandata per abbassare la febbre causata da influenza.

Achillea-millefolium-LHabitat: comune nei prati di tutte le regioni temperate settentrionali europee e del continente americano.

Descrizione: pianta perenne aromatica delle Compositae alta 30-60 cm; le foglie sono divise in segmenti lunghi 5-15 cm; il colore dei fiori varia dal bianco al rosa.

Parti utilizzate: l’intera pianta.

Principio attivo: cineolo, azulene, tannini, achilleina, flavonoidi.

Proprietà e indicazioni: astringente, antispastica: l’infuso dei suoi fiori secchi è indicato in caso di diarrea e colite intestinali. Antinfiammatoria: le frizioni effettuate con olio di semi di achillea, contenenti l’azulene, combattono i dolori reumatici. Sudorifera: la tisana di fiori secchi di achillea stimola la sudorazione ed è raccomandata per abbassare la febbre causata da influenza. Antiemorragica: i tamponi con l’infuso di foglie arrestano le emorragie nasali e quelle di ferite superficiali.

 

Come prepararla:

Mettete sul fuoco un pentolino con l’acqua e i fiori secchi di achillea. Appena l’acqua avrà raggiunto l’ebollizione, spegnete la fiamma e lasciate riposare per 8 minuti, ricordando di coprire il pentolino per evitare di disperdere l’aroma. Versate la tisana in tazza, filtrandola con un colino, e addolcitela con lo zucchero.

Commenta

Copyright © 2015-2021 CUCINATUTTIGUSTI.COM